Inaugurata la “Casa dell’acqua” a Roccella Jonica

Il grande jazz italiano nel cortile dei “Rumori” Il 13 e il 14 luglio il Roccella Jazz Festival torna alle origini
luglio 13, 2018
I prossimi interventi di riqualificazione del porto “Delle Grazie” e le tecnologie innovative per l’ambiente nel campo dell’Ingegneria marittima al centro di un convegno a Roccella Ionica
luglio 17, 2018

Anche Roccella Ionica, cittadina “Bandiera Blu” della FEE e nota per le sue scelte in tema di sostenibilità ambientale,  si è finalmente dotata, come tanti altri comuni italiani, di una “Casa dell’acqua”, un punto pubblico di erogazione di acqua potabile che può fornire acqua refrigerata, sia naturale sia gassata,  collegato direttamente alla rete dell’acquedotto comunale, in funzione h 24.

Il merito è della Jonica Multiservizi Spa”, la società in house del Comune di Roccella Ionica che gestisce, tra gli altri servizi,  quello idrico integrato. Su impulso del suo amministratore unico, ing. Vincenzo Garuccio,  la “Jonica” ha  realizzato, nella centralissima Villetta dei Caduti, una postazione di prelievo facilmente accessibile allo scopo di avvicinare i cittadini all’utilizzo dell’acqua pubblica, la cui buona qualità è garantita dalle continue analisi eseguite periodicamente dalla stessa società, secondo un piano di controlli che prevede monitoraggi sia sui punti di prelievo sia sulle reti idriche.

Per renderla più gradevole al palato e più vicina ai gusti dei consumatori, viene effettuato un sofisticato processo di filtrazione dell’acqua abbinato alla sterilizzazione a raggi ultravioletti che ne garantisce la purezza microbiologica  fino alla fase finale di erogazione.

Un investimento che rappresenta un’opportunità di risparmio concreto per i cittadini, oltre che un valido aiuto per l’ambiente, poiché riduce i consumi energetici e le  emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera  legati alla produzione, trasporto e smaltimento delle bottiglie di plastica.

Il costo di un litro d’acqua, naturale o gassata – spiega l’ing. Garuccio – è di soli 5 centesimi. Considerando un consumo medio di 1.000 litri all’anno per una famiglia di tre persone e un prezzo medio di 25 centesimi per litro dell’acqua minerale in commercio, la spesa annua è di circa 250 euro con un risparmio per la famiglie di 200 euro all’anno all’incirca”.

L’inaugurazione della “Casa dell’acqua” si è svolta  alla presenza degli amministratori comunali, dello staff della “Jonica Multiservizi” e di numerosi cittadini e turisti che hanno sorseggiato ed apprezzato  l’acqua fresca,  liscia o frizzante, distribuita per l’occasione ed hanno potuto effettuare prelievi gratuiti.

Molto soddisfatto per l’attivazione del nuovo servizio il Sindaco di Roccella Ionica, prof. Giuseppe Certomà,  che ha voluto esprimere il suo  apprezzamento all’ing. Garuccio “per aver saputo realizzare in economia un progetto che era già negli anni passati tra gli obiettivi dell’amministrazione”. “E’ un tassello in più – ha evidenziato il prof. Certomà – nel quadro delle azioni volte alla sostenibilità ambientale ed alla  riduzione dei consumi che il nostro Comune ha intrapreso da tempo e che consente ai cittadini di consumare, a prezzi molto modici rispetto alle acque imbottigliate e in commercio,  acqua fresca di buona qualità, monitorata, purificata e con percorso controllato e garantito”.

Stefania Parrone