L’avanguardia made in Locride trova spazio su Repubblica

Avvio difficile per il 365 Roccella
settembre 29, 2018
ROCCELLA LOCRI 0-2, SECONDO STOP CONSECUTIVO
ottobre 1, 2018

Il quotidiano nazionale dedica spazio al seabean, dispositivo in grado di ripulire le acque dei porti che, dopo essere stato installato per la prima volta al Porto delle Grazie, si sta adesso diffondendo in maniera capillare nel resto d’Italia.

Il Porto delle Grazie di Roccella Jonica fa scuola e diffonde la “seabean mania”. Da nord a sud, infatti, si stanno moltiplicando, all’interno dei porti (soprattutto turistici) d’Italia i cestini inventati dai surfisti australiani Andrew Turton e Pete Ceglinski, che l’amministratore unico Giorgio Sotira aveva attenzionato e fatto installare già diversi mesi fa nelle acque dello scalo della Locride. Per chi ancora non ne avesse sentito parlare, il Seabean (cestino del mare) è un dispositivo destinato a fare da spazzino in un ambiente chiuso, come un porto appunto, dove i rifiuti si accumulano. Lavora 24 ore su 24, sette giorni su sette al costo dell’energia elettrica consumata per entrare in funzione (si parla di circa 1 Euro al giorno). Il suo orlo resta appena sotto la superficie dell’acqua che, entrando nel secchio, viene filtrata ed espulsa mediante una pompa elettrica mentre i rifiuti restano all’interno del contenitore, anche le
fibre più piccole: “Riesce a pompare fino a 25.000 litri d’acqua all’ora – ha dichiarato Enea Roveda, Amministratore delegato di LifeGate, che si sta occupando in Italia della distribuzione del dispositivo, – e la manutenzione è abbastanza semplice: va svuotato ogni due settimane circa e dai dati che abbiamo possiamo stimare che un solo bidone è in grado di raccogliere fino a 500 chili di plastica in un anno”. Certo non si tratta di un quantitativo che permetterà di risolvere l’inquinamento dei mari ma, grazie a una diffusione capillare, di cui Roccella si è fatta promotrice e capofila, nel giro di qualche anno il Mediterraneo potrebbe davvero acquistare un’aspetto più salubre, una prospettiva che, questa settimana, ha trovato l’interesse anche della stampa nazionale, che finalmente parla della Locride in termini positivi attraverso le colonne di Repubblica.

La Riviera 30/09/2018

WAVES POWER ITALIAN SEABINS

WAVES POWER ITALYS FIRST SEABINPlease share.The first Seabin in Italy will be installed in Roccella Ionica, Italy. Calabrian based Porto delle Grazie – Marina di Roccella aim to be the first marina in the world to produce energy from waves. In a statement from the marina management "we are proud to recieve the very first Seabin in Italy at Porto delle Grazie for the Municipality of Roccella Ionica. Here many awards have been obtained for environmental sustainability. These are the projects we like, these are the partners we need, this is the use of the sea that we love!!!"Thank you Porto delle Grazie, thank you Roccella Ionica, thank you Calabria and Italy!!!Also a big thankyou to Marco Mammi for the awesome video footage. www.marcomammi.comLearn more at www.seabinproject.com

Pubblicato da The Seabin project su Domenica 13 maggio 2018