S. Antonio Abate

12 - 21 Gennaio 2018

Giunge anche in questo nuovo anno 2018, attesa e amata da tutti, la festa di Sant’Antonio Abate che da secoli la nostra Roccella ha venerato come esempio di autentica vita cristiana e valido intercessore presso Dio, nostro Padre.

Per Gesù, da lui amato con tenero affetto, Antonio ha dato tutto se stesso: vita, beni, onori e ha rinunciato alla vanagloria umana, certo che il solo tesoro da cercare è la Vita Eterna che il Figlio di Dio è venuto a portare e a donare ad ogni uomo di buona volontà.

A lui ci rivolgiamo e a lui affidiamo ogni nostra intenzione: Gloriosissimo S. Antonio, esempio luminoso di penitenza e di fortezza cristiana, ardente di zelo per la salvezza delle anime e di carità per il bene del prossimo.

Tu che ottenesti da Dio la speciale virtù di liberare l’aria, la terra, il fuoco e gli animali da ogni morbo e da ogni malefica influenza, a che con santa vita imitiamo le tue eroiche virtù e che anche quaggiù in terra sperimentiamo il tuo valevole patrocinio, ricevendo copiosissime le tue benedizioni su tutto ciò che serve per la nostra alimentazione e per i nostri lavori, sui corpi e sulle anime nostre.

Ottienici di contemplare con te l’Eterno Amore nel Regno dei Cieli.

Amen.

sant'antonio

Programma Religioso

Venerdì 12 Gennaio 2018
Ore 16.00Inizio Novenario

Mercoledì 17 Gennaio 2018
Ore 16.00
Santa Messa e Festa Liturgica del Santo

Giovedì 18 Gennaio 2018
Ore 16.00
Santa Messa – Inizio Tridui

Venerdì 19 Gennaio 2018
Ore 16.00
Santa Messa

Sabato 20 Gennaio 2018
Ore 16.00
Santa Messa
Seguirà la Benedizione del fuoco e degli animali domestici

Domenica 21 Gennaio 2018
Ore 16.00
Santa Messa
Seguirà la Processione con la statua del Santo per le vie del paese accompagnati dalla Banda Musicale Città di Ardore

Programma Civile

Sabato 20 Gennaio 2018
Ore 20.00
– Rione Sant’Antonio
Serata Gastronomica

Domenica 21 Gennaio 2018
Ore 08.00
– Rione Sant’Antonio – Via Orlando
Mercatino e vendita dei tradizionali “Cavallucci”

Domenica 21 Gennaio 2018
Ore 18.00
– Al rientro della Processione “Ballo del Ciuccio”