Il Comune di Roccella celebra la Giornata dei diritti dell’Infanzia con Bernard Dika e gli studenti – Appuntamento il 20 novembre alle ore 9 all’Auditorium “Unità d’Italia”

Ciao Direttore – Nel momento del dolore per la scomparsa di Remo Bodei l’Associazione Scholé esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza ai suoi cari.
novembre 8, 2019
Il plauso dell’Amministrazione Comunale di Roccella all’IIS “Mazzone” per i risultati nella classifica Eduscopio 2019 delle migliori scuole superiori d’Italia.
novembre 15, 2019

In occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, l’Alfiere della Repubblica Italiana Bernard Dika, già Presidente del Parlamento regionale degli studenti della Toscana,  sarà a Roccella Jonica per incontrare gli alunni delle scuole e i giovani della cittadina con i quali rifletterà sul tema “I giovani protagonisti del presente”.

L’iniziativa, in programma  il prossimo mercoledì 20 novembre alle ore 9.00 all’Auditorium comunale “Unità d’Italia”, è organizzata dal Comune di Roccella Jonica su proposta dei consiglieri delegati Domenico Cartolano e Paola Circosta, in collaborazione con l’Istituto comprensivo “Coluccio – Filocamo”, l’Istituto d’Istruzione superiore “Pietro Mazzone”, l’emittente TeleMia e con il supporto di un gruppo di sponsor .

La manifestazione, aperta a tutti, sarà introdotta dai saluti del Sindaco di Roccella Vittorio Zito, a cui seguiranno quelli dei consiglieri comunali Domenico Cartolano (Delegato alla promozione della pratica sportiva) e Paola Circosta (Delegata alla tutela dei diritti dei bambini alla formazione e socializzazione), della dirigente scolastica dell’IIS “Mazzone” Rosita Fiorenza e della dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Coluccio – Filocamo” Emanuela Cannistrà.

Seguirà l’intervento di Bernard Dika,  studente universitario di Pistoia, di origine albanese, molto noto tra i ragazzi e sui social per il suo attivismo. Negli anni scorsi si è distinto nella promozione di iniziative per il mantenimento della memoria delle stragi nazifasciste perpetrate in Toscana nell’estate del 1944 e si è battuto per richiamare l’attenzione delle istituzioni locali e regionali sulle diverse istanze degli studenti toscani. A 18 anni, nel dicembre 2016,  è stato insignito al Quirinale, dal Presidente Sergio Mattarella, della benemerenza di “Alfiere della Repubblica Italiana” per il merito conseguito  nello studio, in attività culturali, scientifiche, artistiche o sportive nonché per l’impegno nel volontariato o singoli atti o comportamenti ispirati ad altruismo e solidarietà.

 

Roccella Jonica, 14 novembre 2019.

 

Stefania Parrone – Ufficio Stampa Comune di Roccella Jonica.