Scuola estiva di altra formazione in filosofia “Remo Bodei” di Roccella Jonica – Il nuovo direttore è Bruno Centrone dell’Università di Pisa

Il Comune di Roccella lancia i “Buoni Natale” per i bambini di famiglie in difficoltà
dicembre 12, 2020
Approvato il Regolamento per la costituzione del Gruppo Comunale di Protezione Civile – Al via le iscrizioni dei volontari
gennaio 22, 2021

«Raccolgo una eredità impegnativa che è quella di Remo Bodei, una personalità straordinaria.

Scholé è un fenomeno unico: la sfida sarà l’interdisciplinarità e la capacità di parlare a destinatari differenti»

 

Nella neo-direzione entrano anche Arianna Fermani (Università di Macerata)

e Fortunato Maria Cacciatore (Università della Calabria)

 

 

Il nuovo direttore della Scuola estiva di altra formazione in filosofia “Remo Bodei” di Roccella Jonica è Bruno Centrone, docente di storia della filosofia antica all’Università di Pisa. Sarà affiancato da Arianna Fermani (Università di Macerata) e da Fortunato Maria Cacciatore (Università della Calabria) in qualità di condirettori. La notizia è stata diffusa durante la conferenza stampa di giovedì 17 dicembre 2020, trasmessa in diretta sulla pagina Facebook “Filosofia Roccella Scholé” alle ore 18.00.

È stato il presidente di Scholé, Salvatore Scali, ad annunciare la scelta di Centrone, «una decisione scaturita non solo da ragioni scientifiche ma anche da motivi umani e d’amicizia». Dura, infatti, da molti anni il fecondo legame tra Scholé e Centrone, il quale ha già partecipato sia ai seminari nei Licei sia agli incontri delle passate edizioni della Scuola Estiva, compresa l’edizione del luglio 2020 che si è aperta con la sua lezione magistrale sul tema dell’Arché nel pensiero antico. «Raccolgo una eredità pesante che è quella di Remo Bodei, una personalità straordinaria – ha dischiarato il neo-direttore – Scholé è un fenomeno unico nel panorama nazionale e la nostra sfida sarà quella di continuare a lavorare nell’ottica dell’interdisciplinarità e della capacità di raggiungere destinatari differenti, compreso il grande pubblico». Anche Fermani e Cacciatore hanno espresso forte entusiasmo per questo nuovo impegno, loro che dirigono pure i seminari di filosofia nei Licei calabresi nell’ambito della Scuola Invernale “Mario Alcaro”, organizzata in collaborazione con l’Università di Macerata.

Durante la conferenza stampa è stato presentato infine il percorso di ricerca e di studio biennale 2021-2022 dedicato alla coppia Epistème Téchne, cioè ai rapporti tra scienza e tecnica come chiave per capire questioni decisive del mondo moderno e contemporaneo. Quest’anno il focus sarà prevalentemente sulla scienza, richiamando i nessi che la collegano alla tecnica; l’anno prossimo, invece, l’interesse si sposterà sulla tecnica, mettendo in evidenza i suoi legami con il sapere scientifico. La Scuola “Bodei” raggiungerà la XII edizione consecutiva nel luglio 2021 e Scholé sta già programmando una serie di incontri pubblici e di inviti alla lettura per la prossima primavera, come prologo alle giornate estive.

 

Roccella Jonica, 18/12/2020

Associazione Culturale Scholé